L'articolo è stato pubblicato il: 04 febbraio 2015

Sintesi dei dati di partecipazione ad Imprenderò dopo i primi sei mesi di lavoro

CATEGORIE: Blog

Sono trascorsi i primi sei mesi di attività della quarta edizione del Progetto Imprenderò, promosso e finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia nell’ambito del Fondo Sociale Europeo (Programma operativo 2007/2013 – Asse 2 Occupabilità PPO 2013, Programma Specifico n.8) e dal Programma esterno parallelo del POR FSER 2007/2013 (rientrante nel Piano di azione e coesione – PAC – Garanzia Giovani FVG).

Nell’attuale edizione, il progetto Imprenderò 4.0 è suddiviso in due filoni di intervento: sostegno allo sviluppo e creazione d’impresa e dell’autoimpiego (linea d’intervento n. 1) e sostegno ai processi di passaggio generazionale/trasmissione d’impresa (linea d’intervento n. 2).

In merito alla prima linea, questo primo semestre di lavori ha evidenziato fin da subito un vivo e attivo interesse verso l’autoimpiego, non solo come strumento per il superamento della difficoltà occupazionale, ma anche come occasione per realizzare le proprie aspirazioni professionali. Nello specifico, gli strumenti utilizzati in questa linea sono i seminari da 8 ore (una giornata formativa), i corsi di formazione imprenditoriale (moduli da 40 o 80 ore) e la consulenza individuale sul singolo progetto/business plan, tutti strumenti che hanno riscontrato un forte apprezzamento.

dati1

Destinatari suddivisi in % per provincia di domicilio e per fasce di età (under e over 30)

Sono infatti 557 le persone che hanno partecipato ai 16 seminari dell’azione finalizzata a sostenere la creazione di impresa (dato che scende a 496 se prendiamo in considerazione il fatto che alcuni soggetti hanno partecipato a più seminari), una media che, di fatto, si attesta attorno ai 35 partecipanti a seminario rispetto ai 16 stimati (oltre il doppio). Di questi, il 36,5% dei partecipanti ha un’età inferiore ai 30 anni, mentre il 63,5% ha un’età pari o superiore a 30 anni. Con riferimento invece allo stato occupazionale, circa la metà è disoccupato, mentre un buon 40% è composto da soggetti occupati (autonomi o dipendenti) o in condizioni di sottooccupazione (tirocini, contratti di solidarietà, pensionati, ecc..), il tutto considerato su un totale di oltre il 60% di utenti laureati (di primo e secondo livello). In merito ai corsi, invece, sono stati già erogati e chiusi 9 corsi ed attivati altri 7, per un totale di 16 corsi, di cui 4 della durata di 40 ore e 12 della durata di 80 ore ciascuno. L’attività di accompagnamento alla stesura del Business Plan e all’avvio dell’impresa ha avuto avvio nel corso degli ultimi mesi dell’anno in concomitanza con la chiusura dei primi corsi di formazione. L’avvio dei progetti di consulenza ha consentito di approfondire e sviluppare ulteriormente oltre 50 business plan con una media di circa 16 ore di consulenza per ciascun progetto. La ripartizione geografica vede Udine con il maggior numero di destinantari e di progetti di consulenza avviati, pari ad oltre il 50% del totale.

Destinatari seminari linea 2 per titolo di studio

Destinatari seminari linea 2 per titolo di studio

La linea d’intervento 2 si rivolge invece al sostegno per i processi di passaggio generazionale e trasmissione d’impresa, questione fortemente sentita in Friuli Venezia Giulia, così come in tutta Italia. In questo primo semestre sono stati realizzati 4 seminari, per un totale di 144 destinatari. Anche per questo segmento di destinatari il livello di scolarizzazione è molto elevato, con un 88% di laureati di secondo livello, che sommati a quelli di primo livello porta la quota laureati a ben il 92% dei beneficiari. Particolari i dati sull’occupazione, con un 83% di disoccupati che fa intendere come sia attualmente ancora più spiccato l’interesse verso la trasmissione d’impresa o comunque il rilevamento di imprese già avviate. In merito alla consulenza individuale, sono state assegnate mediamente circa 23 ore per progetto e, considerando sia i seminari sia le consulenze, in base alla ripartizione geografica è Pordenone la provincia che per questa linea di intervento segnala il maggior numero di partecipanti.

Tutti i dati dell’attività semestrale del progetto Imprenderò sono stati presentati durante una conferenza stampa che si è svolta giovedì 29 gennaio a Udine, nel Palazzo della Regione Friuli Venezia Giulia, con la presenza dell’assessore regionale al lavoro formazione, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili e ricerca Loredana Panariti, del direttore centrale della Direzione centrale Lavoro, Formazione, Istruzione, Pari opportunità, Politiche giovanili e Ricerca Ruggero Cortellino e del direttore del Consorzio Friuli Formazione, ente capofila del progetto, Andrea Giacomelli, insieme agli altri enti partner.

Grande soddisfazione è stata espressa dall’assessore Panariti, che ha anche dichiarato che  il progetto Imprenderò è stato considerato buona pratica a livello nazionale ed è stato incluso nel volume ‘Garanzia Giovani: una sfida’, di prossima pubblicazione, come esempio di esperienza di successo promossa da una Regione. 

Ecco il vide dell’intervista all’assessore Loredana Panariti e al diretto del Consorzio Friuli Formazione, Andrea Giacomelli (intervista a cura di Friuli Future Forum):

di Sara Tortelli

instagram

Sorry:
- Could not find an access token for pinalex89.
Guarda le altre foto con l'hashtag #imprenderoFVG

facebook

Vai al profilo Facebook

Twitter

Follow Me on Twitter

Vai al profilo Twitter
loghi finanziatori
© 2017 Imprenderò — Privacy Policy