L'articolo è stato pubblicato il: 20 luglio 2015

Come applicare la Lean nelle startup

CATEGORIE: Blog

essere startup pericolosoLo scorso 25 giugno si è tenuto a Udine il seminario Starting Lean: Lean StartUp, organizzato dal Consorzio Friuli Formazione nell’ambito del progetto Imprenderò. L’incontro formativo è stato tenuto da Andrea De Muri, imprenditore e manager con grande esperienza nell’ambito finance e lean thinking, e Stefano Schiavo, fondatore e partner di Sharazad, società di consulenza in ambito marketing strategico e organizzazione aziendale.

Gli stili manageriali tradizionali, nati nella seconda metà del secolo scorso, non si sono sviluppati con l’obiettivo di gestire innovazione ed incertezza, pertanto non sono applicabili con efficacia alla fase di startup aziendale: il modello di business, infatti, puntava al raggiungimento di economie di scala mediante la produzione di massa, riducendo al minimo la variabilità e gli imprevisti.

Il lean thinking è quindi uno strumento che può aiutare a superare queste limitazioni: per gestire il cambiamento è necessario un cambio di prospettiva, dal fare bene le cose al fare le cose giuste. Uno dei rischi principali di chi fa startup è costruire qualcosa che nessuno vuole: la lean startup è un sistema per gestire piccoli esperimenti in grado di testare le varie soluzioni e attraverso strumenti come il lean canvas è possibile portare avanti le tre fasi del progetti innovativo.

a new mindset

La prima fase prevede l’individuazione di una soluzione ad un problema specifico: alla gente non interessa il vostro prodotto, ma cosa fa per loro il vostro prodotto. Nella fase due si deve capire come realizzare il prodotto per poi venderlo nel mercato. Infine, alla terza fase si giunge quando il progetto funziona e si intende farlo crescere. In tutte queste fasi il lean canvas diventa uno strumento fondamentale e immancabile, perché aiuta a trovare la strada giusta fra mille domande, dall’inidivudazione esatta e precisa dell’identità del nostro cliente, alla misurazione dein progressi, all’individuazione della unique selling proposition e quindi cosa rende unici e inimitabili.

Questo tipo di approccio risulta vincente perché permette di fare un salto qualitativo di valore: da innamorarsi di una soluzione e cercare di venderla a partire da una serie di ipotesi (business model) e testarle.

Clicca qui per scaricare le slide e imparare a gestire il cambiamento con il Lean Canvas.

racconta a tua nonna

di Sara Tortelli

instagram

Sorry:
- Could not find an access token for pinalex89.
Guarda le altre foto con l'hashtag #imprenderoFVG

facebook

Vai al profilo Facebook

Twitter

Follow Me on Twitter

Vai al profilo Twitter
loghi finanziatori
© 2017 Imprenderò — Privacy Policy